logon.jpeg
logo_logonuovo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
25/03/2015, 13:59



Cenni-storici


 Francavilla al mare Lungi, su ’l cielo chiaro,la sagoma di Francavilla, netta, agilissima, tra ’l verde; più lungi sfumate molli caligni di viola... (Gabriele D’Annunzio



Undicesimo comune d'Abruzzo per numero di abitanti Francavilla è situata, nonostante la sua appartenenza alla provincia teatina, immediatamente a sud di Pescara con cui forma un'unica area urbana compresa, a seconda dei parametri adottati, fra i 270.000[4] e gli oltre 300.000 abitanti .Importante stazione balneare, premiata nel 2014 con la Bandiera blu la città ha un ricco passato, come testimoniano i ritrovamenti archeologici risalenti al periodo preistorico e protostorico, italico, frentano e romano L'etimologia del nome deriva dal latino Franca Villa, per indicare i privilegi fiscali e i diritti amministrativi che, in età medievale, il feudatario locale concedeva ad alcuni centri abitati a lui soggetti.
Cosa vedere
Francavilla possiede numerosi edifici sacri situati in tutto il territorio comunale, fra cui San Giovanni Battista eSan Francesco. Quest'ultimo fu edificato secondo moduli architettonici romanici e borgognoni; al suo fianco è ancora visibile un muro in pietra del 1330 che testimonierebbe la presenza di frati francescani nel luogo. Chiesa di Santa Maria Maggiore[
La chiesa (, realizzata su progetto di Ludovico Quaroni, è costruita su un ampio basamento in pietra sul quale si eleva, altissima, l'unica navata a forma di ottagono irregolare, con una schiacciata cupola a volta. Nell'interno è chiaramente percepibile un gioco di luci, particolarmente intenso al centro della navata, più soffuso lungo l'angusto deambulatorio. L'edificio è stato abbellito dal Cascella, sia esternamente, con una fontana ottagonale e la decorazione della facciata, sia all'interno, con il fregio in terracotta del deambulatorio, le grate delle finestre, il pulpito, il cero pasquale ed i seggi presbiteriali in pietra. La chiesa custodisce inoltre un ostensorio gotico del 1413 ed altri oggetti sacri.
Chiesa di San Bernardino
La chiesa di San Bernardino, situata nell'omonima contrada, riveste un notevole interesse architettonico: presenta una pianta ellittica, con un interno armonioso dalle forme classiche.
Chiesa della Madonna delle Piane
Nella chiesa Madonna delle Piane (XVII secolo) si conserva un altare barocco in legno del Seicento.
Chiesa di Santa Maria della Croce[modifica | modifica sorgente]
La chiesa di Santa Maria della Croce (XV secolo) appartiene a privati. Sono attualmente in corso delle opere di ricostruzione e restauro che hanno portato al rifacimento del tetto ed al rinforzo della struttura principale. Allo stato attuale (2013) sono terminati i lavori all'esterno della struttura.
Convento "Francesco Paolo Michetti


1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website